Tutta la verità, nient’altro che la verità.

Perdonatemi, questo sarà un altro post sulla gravidanza.
Lo so, sto diventando monotematica, ma cercate di capirmi, son chiusa in casa da un mese e mezzo, non è che la mia vita sociale mi offra particolari spunti su cui scrivere qualcosa (quale vita sociale??), quindi vi dovrete accontentare di questo.
In questo post vi dirò la vera vera verità su quella che, non so in base a cosa, viene ingannevolmente chiamata “dolce attesa”. E’ un po’ come la storia del principe azzurro, ce la raccontano, ci crediamo, desideriamo trovarlo, ma alla fine scopriamo che no, non esiste. Ecco, stessa cosa. Almeno nel mio caso, mettiamola così.
Lasciamo stare le sfighe che sono capitate a me, tipo sanguinamenti, riposi forzati and so on, mi limiterò alle cose oggettive, quelle che “possono” succedere, e toh, a me son successe.
Ah, la prima cosa di cui mi lamento è come viene chiamata una futura mamma: gravida, gestante, pregna. PREGNA?!?! Pregna lo vai a dire a tu sorella! E pure gravida mi fa piuttosto senso, mi sembra più appropriato a una mucca, a una pecora, o comunque a qualcosa che ha 4 zampe ed è ricoperto di pelo, ecco.
Vabbè, tornando a noi.

Le nausee. La prima cosa che ti succede, la più classica. Solo che non hai idea di cosa si tratti esattamente finchè non ce le hai. Sì ok, tutti abbiamo avuto la nausea, tutti abbiamo vomitato (o siam stati lì lì per) almeno una volta, ma queste son diverse. Immaginate una nausea post sbronza alcolica di quelle che pensi “Santoddio se solo riuscissi a vomitare tutto starei davvero meglio!”, ecco una cosa così, ma che dura ininterrottamente per un mese. O due. E non dico una volta o due al giorno, dico DI CONTINUO. Mattina, mezzogiorno, pomeriggio, sera, notte e così via per settimane e settimane. Che quando stai bene hai solo un leggero senso di nausea e stomaco ribaltato costante, quando stai male vorresti infilarti una mano giù per l’esofago e strapparti via lo stomaco per buttarlo nel cassonetto dell’umido. Questa simpatica condizione ci porta direttamente al punto numero 2.

La pelle. Ho sentito dire spesso che in gravidanza si è bellissime, luminose, radiose. Certo, con la sensazione di dover vomitare da un minuto all’altro e l’acidità di stomaco che ti devasta un giorno sì e un giorno pure, la mia pelle per un mese e mezzo è stata di un bellissimo e luminoso color verde-grigio. In più, i simpatici ormoni che prendono il sopravvento praticamente dal giorno del test positivo, ti regalano anche una splendida patina di unto bisunto su tutta la faccia e non solo, tutta la pelle in generale, cute compresa, per cui ci si ricopre di sexyssimi brufoli pieni di pus che fanno un male cane e poi ti lasciano come ricordo delle deliziose crosticine che andranno via probabilmente quando i miei figli andranno alle superiori.

La schiena. Ok, ammetto che di mio parto già da un peso che non è l’ideale per una schiena sana, ma non ho mai avuto problemi particolari. Adesso invece, grazie alla relaxina, quell’ormone che fa sì che tutto laggiù si distenda e si prepari a diventare enorme, la mia schiena è diventata della consistenza di un biscotto frollino. Già dalle prime settimane portare qualche peso che prima sollevavo senza nessun problema, è diventato impossibile. Adesso poi che siamo diventati piuttosto rotondi, la mattina alzarsi dal letto è uno spettacolo impietoso. Tipo balena spiaggiata che si rotola fino a riuscire ad appoggiare un piede a terra e poi sparare un bestemmione per via della sciatica (eh beh, mica poteva mancare la sciatica no?). Ovviamente stare in piedi ferma per più di 5 minuti è impossibile, camminare si può fare ma solo modello nonna con la protesi all’anca, e per non più di 30 minuti che sennò ci manca il respiro. Ollè.

Congestione dei vasi capillari. Ahhh questa è una delle più belle. A un certo punto della gravidanza, succede che si ha un 15-20% in più di sangue in circolo dato che deve essere condiviso anche con il pupo che stiamo costruendo (nel mio caso due, quindi…..) e cosa succede? I vasi sanguigni pompano un sacco di sangue e i capillari si riempiono, si ingrossano, si congestionano. Quali in particolare? Quelli nel naso. Che quindi provocano una meravigliosa congestione nasale che specialmente di notte tappa il naso di violenza e senza possibilità di svuotarlo, se non magari provando a cambiare posizione, alzarsi, mettersi in posizione eretta, camminare, aspettare. Ogni soffiata di naso, oltre ad essere totalmente inutile allo scopo, è accompagnata da una abbondante epistassi perchè ovviamente, soffiando, i capillari già provati si rompono, e quindi evviva evviva.

Stitichezza. Eh beh, ovviamente. E’ risaputo che in gravidanza questo problema è comune, se già se ne soffriva, peggiora. Quindi se prima la facevi tipo ogni 2 giorni, mentre sei incinta probabilmente arriverai, se va bene, a farla una volta a settimana. E questo, credetemi, non è bello. Anche perchè man mano che gli inquilini là sotto crescono, gli spazi diminuiscono sempre di più, e quindi portarsi zavorra in eccesso (e capitemi quando parlo di zavorra) non è solo fastidioso ma doloroso. Molto doloroso in certi casi.
Questo porta a un altro problema, forse meriterebbe un titoletto anche lui, ma non lo farò perchè… perchè no, fa schifo e vi basti sapere che anche questo problema se non lo avete, lo avrete, e se lo avete, peggiorerà: le emorroidi. E con questo passo e chiudo.

Oh ma ci sono anche dei lati positivi eh?
Le tette enormi per esempio. Piacciono sempre, gli uomini gradiscono e le donne le invidiano. Fanno un male cane, ovviamente, ma perlomeno son belline da vedere.
E i capelli e le unghie. Con tutte le vitamine e gli integratori che vanno presi, i capelli diventano belli e forti, crescono più in fretta e se ne perdono meno, idem per le unghie, sono durissime e crescono veloci più del doppio.
E poi….. No basta, ho finito. Non me ne vengono altri.

Ma in fondo in fondo, si tratta “solo” di problemi fisici. Quello che capita dentro al cervello è un’altra cosa, e non si può mica descrivere in un post. Quello che succede lì dentro però è quello che ci fa decidere di affrontare questi mesi nonostante tutto quello descritto sopra, e addirittura spinge le persone a farlo un’altra volta, e poi un’altra e forse un’altra ancora. Non me eh!?!? Io penso che dopo questo giro sarò a posto, ma molto molto a posto.

3 commenti su “Tutta la verità, nient’altro che la verità.

  1. ahahah devo dure che sto recuperando alla grande i vecchi post… Questa gravidanza, per come la racconti, è una comica. Probabilmente partorirai futuri cabarettisti di zelig 😀 😀
    Ciao Pregna 😉

  2. Ehhh guarda, una comica che non ti dico, rido dalla mattina alla sera……..
    (-_____-)
    Meno male che almeno faccio ridere gli altri và, poi prima o poi spero che toccherà anche a me divertirmi!!! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...