Acqui Calling

In questo post si parlerà di viaggi, e adesso tutti (e 2, al massimo 3, voi che leggete) starete pensando a un racconto sul viaggio a Boa Vista da cui sono tornata da un paio di settimane (e sono ancora tutta abbronzata, wow). E invece NO, non parlerò di questo, AHAH. Sul viaggio capoverdiano vi dirò solo che ho caricato un set carino su Flickr e che se siete curiosi potete dargli un’occhiata -> QUI.

Ma ora veniamo al tema vero del post, l’inquietudine di un viaggio che deve essere fatto. Mi spiego meglio, e inizio dal principio. La “storia” inizia un paio di mesi fa con un sogno, di quelli strani, di quelli miei soliti super dettagliati, che quando ti svegli resti un po’ così. Quella mattina in particolare, ero a casa e mi sono svegliata appunto un po’ così. Solo che non sapevo perchè, il sogno ancora non me lo ero ricordato. Sono andata sul divano, cercando di svegliarmi del tutto, e come sempre cazzeggio con il fonfon. Apro Instagram, così,senza neanche troppa attenzione, e la prima foto che vedo mi lascia di sasso. Ma molto di sasso, e mi blocco un attimo per capire del tipo “sogno o son desta”. La foto di per sè non me la ricordo, ma ricordo bene che era taggata #AcquiTerme. E da lì si è aperto nella mia testa uno squarcio (oddio, non in senso letterale, che schifo) che mi ha fatto ricordare perfettamente il sogno di pochi minuti prima, e permettetemi, a momenti cado dal divano.
Nel sogno c’eravamo io, l’Ing, Mauragio e consorte in una cittadina palesemente termale, che però non ricordavamo come si chiamasse. Nella mia testa pensavo “Eppure non è Abano…” Arriviamo davanti al municipio, un edificio bianco con su scritto Mvnicipio e sotto il nome della città: Acqui Terme. Oh, eravamo ad Acqui Terme, e dopo nel sogno cercavamo disperatamente un ristorante che facesse la prelibata specialità locale, i vermi fritti, e alla fine l’abbiamo trovato. Purtroppo mi son svegliata prima di assaggiarli quindi non chiedetemi come sono. Comunque, al di là dei vermi che non penso siano davvero una specialità del posto, voi direte Eh vabbè, che c’è di strano? C’è di strano che io Acqui Terme non l’avevo mai nemmeno sentita nominare, non avevo neanche idea di dove fosse, ho dovuto cercarla su Google.
Da quel giorno sono capitati un altro paio di episodi quantomeno strani, tipo apro Groupon per vedere che c’è di bello (niente come al solito…) e la PRIMA delle offerte viaggi è manco a dirlo, ad Acqui Terme. L’altra mattina mi alzo per vedere il Gran Premio verso le 9.30, la tivvì si accende su Rai Uno e c’è il TG. PRIMISSIME parole dell’annunciatrice: “Morto questa mattina ad Acqui Terme il famoso…….”. Ricado dal divano. Sto tizio non so nemmeno chi fosse, ma di tutti i posti nel mondo dove morire, proprio lì??
Al chè insomma, prendetemi pure per scema, ma io ad Acqui Terme ora ci DEVO andare. Stiamo organizzando infatti per l’ultimo weekend di novembre, alla fine il tipo della foto taggata su Instagram mi ha mandato qualche itinerario per le cose da fare/vedere lì ad Acqui, non sono molte ma ci verrà fuori un weekend carino, specie se ci abbineremo un bell’ingresso alle terme cittadine.
La domanda che mi turba però ora è: che vuole Acqui Terme da me? Che cosa ci devo andare a fare, esattamente? Perchè son due mesi che mi perseguita, dopo che per 32 anni ne ho ignorato l’esistenza? Forse si è offesa perchè sono andata a Porretta Terme, ad Abano Terme, a Salvarola Terme, e Acqui Terme nemmeno sapevo dov’era? Non lo so, ma lo scoprirò presto. Ovviamente è chiaro che io ci andrò e non succederà un accidente di niente, però lasciatemi nella mia inquietudine, che un po’ di suspence aumenta l’audience, si sa.

3 commenti su “Acqui Calling

  1. No vabbeh, questa cosa è inquietante veramente :S
    Ma dov’è?
    PS: io non sapevo nemmeno dove fosse Capo Verde….non te l’avevo detto quando eri qui in Sardegna perchè non volevo passare per quello ignorante… Comunque, poi lo cercai, ma me lo sono pure già dimenticato e ora, di nuovo, non so nemmeno dov’è Capo Verde….ahahahahah non ce la posso fare!!

    • Acqui Terme é in provincia di Alessandria, quindi in Piemonte, ma la parte più vicina alla Liguria. Da qui sono un paio d’ore di macchina. Meno male che non ho sognato…chessó, Benevento. E Capo Verde é a metà dell’Africa, quasi sull’Equatore, a 4 ore di volo dal Brasile!
      Meno male che non sono l’unica a trovare inquietante tutto ciò! 😀

  2. Queste coincidenze sono fantastiche!!non potevi non organizzare un weekend là,e poi fa molto film alla Nicholas Cage o cose così,magari quando sarai ad Acqui Terme scoprirai incredibili rivelazioni sulla tua vita!:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...