Di ritorno (postilla)

Dimenticavo: una cosa che ho scoperto da questo viaggio.
Una cosa che segnerà una svolta nella mia vita, sissì. Dovete sapere che possiedo un Nokia 6600, che adoro, dal 2004. Mai cambiato, e mai desiderato cambiarlo, ma ora sta iniziando a dar segni di cedimento, e io sono a una svolta epocale.
In 48 ore, ho avuto almeno 15 occasioni per capire quale sarà il mio prossimo telefono. Ora so che io ne HO bisogno. Quando vado in giro, ora so che ne ho bisogno, mi serve, perchè mi capita di continuo di pensare che se lo avessi, ci farei questo o quello.
La frase che ho detto più volte in queste 48 ore è stata “Ah certo, se lo avessi, adesso potrei….”. Ecco. Quindi ho deciso.
Oddio sì, mi sa che ho proprio deciso.
Sto per comprarmi un iPhone.

9 commenti su “Di ritorno (postilla)

  1. E’ l’unico telefonino catalogabile come “telefonino che ti fa figo” che mi piace. Anche se forse se ce lo avessi io userei 1/20 di quello che si potrebbe usare

    • Perchè, cosa credi che farò io? Sarà già un traguardo riuscire a mandare un sms… Fortuna che ho un amico super smanettone che mi aiuterà a capire e sfruttare tutte (o quasi) le potenzialità!

  2. Se non hai un IPhone…beh…non hai un IPhone! E grazie a questa strabenedetta min***a! Mi fa impazzire quella pubblicità! Comunqe è veramente figo! Se non fosse stato per l’IPhone della mia amica ieri sera sarei tornato lo stesso a casa…ma andando in giro alla cieca! Ho notato che crea dipendenza! Fai molta attenzione! 😉

    • Se non hai un iPhone… Quella pubblicità mi ha convinto, ormai me lo ripeto come un mantra. Sono una persona dalla volontà estremamente labile, se mi dici che qualcosa mi serve.. io ci credo! 😀
      Sulla dipendenza, me l’hanno già detto in tantissimi, sono pronta a farmi traviare!!

  3. nooo anche tu l’icoso…io l’ho avuto per le mani grazie al mio moroso che si fa traviare dall’idea che gli servano cose che in realtà non gli servono, e mi ha innervosito nell’arco di 32 secondi..credo che rimarrò ancora nokiaFan comprensivo di tasti e non di touch..

  4. Ahh lo so, il touch screen sarà la cosa più ostica, ogni volta che uso quello del mio compagno di banco premo cose senza rendermene conto, e si apre di tutto e di più (tutte cose che poi ovviamente non so chiudere)…
    Per il fatto delle cose che non servono.. Beh, come si può vivere senza l’app del pluriball, con le palline da schiacciare come quello vero???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...